Quanti di noi sognano una cabina armadio? Un elemento che è sempre presente nelle liste desideri, e che spesso consideriamo una semplice utopia, qualcosa che nella nostra casa semplice non troverà mai posto.

Perché rinunciare in partenza? Calcolando bene gli spazi e la distribuzione della stanza è possibile anche per noi ricavare una cabina armadio. Inoltre una cabina vi aiuta a liberare spazio all’interno della camera da letto, per renderla meno ingombro e più ariosa.

Certo, magari non avrà le dimensioni di una vera e propria camera, ma sarà comunque uno spazio ordinato, organizzato, funzionale e soprattutto personale.

Le dimensioni minime di una cabina armadio sono 120 cm in profondità e 200 in larghezza (220 in caso di cabina lui/lei); se li avete a disposizione della vostra stanza nulla vi impedisce di costruire una cabina armadio, magari affidandovi anche al consiglio di un esperto, che sappia consigliarvi le scelte adatte per lo spazio a vostra disposizione.

Da tenere presente è la forma della stanza: se avete una camera rettangolare potete sistemare la vostra cabina ai piedi del letto, come un normale armadio a muro, anche se una soluzione originale è dietro il letto, con un accesso laterale. Se la camera invece è stretta e lunga posizionatela di fianco al letto, una soluzione che consente di attrezzarla su almeno 3 lati con un maggior uso dello spazio. Se state aggiungendo la cabina ad una stanza già esistente la soluzione migliore è quella di separarla con un pannello di cartongesso, che non richiede lavori di muratura.

 

Una volta scelto lo spazio giusto, bisogna pensare a come organizzarla e attrezzarla. Quando gli spazi sono ridotti al minimo attrezzare la cabina armadio in modo funzionale è essenziale. Per questo scegliete cassettiere basse, con non più di 4 cassetti, o moduli porta scarpe ad altezza uomo.  Le cassettiere con vetro frontale sono l’ideale per vedere il contenuto, così da non dover faticare troppo per trovare ciò che ci serve. Lo spazio in altezza, sfruttato con mensole e ripiani a giorno, è l’ideale per riporre coperte, cuscini e tutti i vestiti poco usati, come ad esempio l’attrezzatura da sci.

La cabina armadio, non essendo una vera stanza, non ha finestre, perciò è necessario dotarla dell’illuminazione adeguata. La sola luce centrale non può assicurare visibilità sui ripiani più alti o nascosti, perciò va studiato un sistema di illuminazione integrato.

Per chiuderla preferite ante trasparenti che facciano entrare luce naturale. Se però non volete sottolineare la presenza della cabina una soluzione molto scenografica, e adatta a una camera dallo stile rustico, è quella di nasconderla dietro un pesante tendaggio, a mo’ di teatro.

 

Un’ultima idea, per chi ha veramente poco spazio, ma alti soffitti è quella di posizionarla sotto il letto. Sì, veramente! Esistono soluzioni con letti a soppalco in cui lo spazio inferiore può essere allestito come una cabina armadio lui/lei, completa di specchi e illuminazione. Una soluzione innovativa e ideale per chi non saprebbe come sistemare un armadio esterno in camera.

Ovviamente se la vostra casa ha gli spazi necessari nulla vi impedisce di creare una cabina armadio di dimensioni principesche, completa di specchi e seduta centrale, ben divisa in lato lui e lato lei.