Probabilmente sembrerà strano a dirsi, ma le pareti stanno passando di moda. Questa netta divisione degli spazi, che confina e limita lo sguardo e spesso rende la casa soffocante, è in progressiva sparizione.

Ciò non toglie che, a meno che non si preferisca un open space totale, una divisione degli ambienti sia necessaria. Invece di ricorrere a pareti intere, però, vi sono molte altre soluzioni efficaci, per dividere gli spazi in maniera funzionale senza ricorrere alla muratura, anzi spesso con idee su misura.

La divisione senza pareti unisce gli spazi in modo fluido, crea collegamenti fra gli ambienti in cui è possibile spostarsi senza barriere.

  1. Una libreria bifacciale

La prima idea è forse anche la più classica. Una libreria che può costituire una vera e propria parete divisoria, in cui riporre i propri oggetti per unire l’utilità all’estetica.

La libreria può essere costruita su misura per i vostri spazi, con mensole e ripiani aperti su due lati, in modo da poter assumere un carattere diverso a seconda dell’ambiente da cui la si guarda. Un metodo per dividere ed unire allo stesso tempo. In una casa buia è anche un ottimo modo per lasciar filtrare la luce.

  1. Una parete attrezzata

A differenza della libreria, qui ci troviamo di fronte ad un sistema composto da montanti, ripiani e contenitori che formano una parete aperta. L’idea di base è molto simile a quella della libreria ma in questo caso si rivolge a chi intende unire la cucina con un’altra stanza, per avere a portata di mano tutto ciò che occorre.

  1. Una porta scorrevole

Una soluzione che garantisce apertura ma anche privacy, all’occorrenza. Scegliendo dei pannelli trasparenti si mantiene la luminosità degli ambienti, mantenendo un collegamento visivo; mentre invece pannelli più scuri sono degli ottimi divisori per quando la vostra esigenza di fluidità si scontra con l’intimità.

Un’alternativa alla porta scorrevole è un pannello mobile.

  1. Divisori di design

Per chi invece non sente l’esigenza di chiudere gli ambienti un divisore di design è IL complemento di arredo per eccellenza. Divide mentalmente lo spazio, sottolinea la differenza fra gli ambienti, ma al contempo conserva la giusta libertà e fluidità.

  1. Le tende

Per chi ama il movimento delle tende, la freschezza che suggeriscono e la versatilità – pensate a quante volte potrete cambiarle senza dover smontare nulla – dividere gli spazi in questo modo è la soluzione migliore. Introduce nell’ambiente colore e trasparenza, dividendo ma non appesantendo.

Ognuno può trovare la soluzione ideale per la propria casa. L’importante, come ripetiamo spesso, è tenere in considerazione la luce naturale e non eccedere con arredi e soprammobili, per non appesantire lo spazio. Il rischio, soprattutto in un ambiente diviso in questo modo, è anche quello di eccessivo disordine.