Siete i proprietari di un’attività commerciale ma l’aspetto del vostro negozio non vi soddisfa? Vorreste aprire un negozio però non riuscite a decidervi sugli scaffali da scegliere? Tranquilli, è normale.

Come l’arredamento casalingo anche l’arredamento di un negozio pone numerosi problemi. Anzi anche di più, perché dall’aspetto del negozio dipende moltissimo il suo successo. Benché il detto popolare sia di “non fermarsi alle apparenze”, più un’attività è calda, colorata ed accogliente più il cliente è invogliato ad entrare.

Scegliere la disposizione del mobilio e degli oggetti esposti all’interno di un negozio è un compito delicatissimo, che deve seguire non solo il gusto personale ma anche quello del target a cui si rivolge. L’acquirente deve avere la sensazione di trovarsi “a casa”, nel posto giusto per lui e le proprie esigenze. Per questo il primo consiglio utile nello scegliere l’arredamento è

  1. Tenere sempre a mente l’identità del negozio, senza però dimenticare il target, e fare in modo che il cliente sia immerso a 360° nell’atmosfera che esso richiama.
  2. Scegliere uno stile preciso. Non mixare stili diversi ma attieniti al tuo progetto originale, cambiare stile potrebbe attirare un tipo di clientela che non è adatta al tuo prodotto.
  3. Fare attenzione ai mobili. Il mobilio giusto deve essere pensato ai fini dell’esposizione, quindi facile da raggiungere e pratico da sistemare. Per prima cosa scegli gli elementi necessari, come la cassa, i tavolini, le poltroni e gli scaffali ed una volta individuato lo stile scegli il resto, tutti gli elementi di contorno che creano atmosfera. A volte il mondo del riciclo creativo e dell’usato offre delle idee meravigliose per arredare il nostro negozio.
  4. Scegliere i colori giusti. Che siano caldi, accoglienti ed originali. Puoi scegliere di decorare solo una parete, lasciando che sia l’arredamento a fare il resto, oppure dipingere l’intera area. Se il negozio è piccolo un po’ di colore nel punto giusto lo aiuta a farlo sembrare più ampio, mentre se colori chiari illuminano lì dove manca la luce. Molto importanti sono anche gli sticker da parete, che conferiscono quel tocco di originalità in più.
  5. Dare importanza alla luce. Per un negozio la luce è anche più importante che per la casa. Un negozio buio o in penombra, dove è difficile anche osservare la merce esposta tende ad allontanare il cliente piuttosto che ad attirarlo. Fate quindi molta attenzione alla luce, ricorrendo a dei faretti che illuminano in particolare la merce se necessario.
  6. Creare un percorso pensato per il cliente. Non mettere la cassa in mezzo interrompendo il giro dell’esposizione, ma tienila da parte in modo che chi entra possa dedicare tutta la propria attenzione a ciò che è in vendita. Un elemento molto utile a questo proposito è un tavolino dove mettere i prodotti di punta, o quelli che vuoi attirino più d’attenzione. Inoltre non esporre tutta la merce affollando gli scaffali: pochi prodotti ben organizzati invogliano il cliente a chiedere di più.
  7. Inserire elementi funzionali. Di cosa stiamo parlando? Degli specchi per provare gli oggetti, ad esempio. Dover chiedere costantemente dove sono gli specchi o costringere il cliente ad una caccia al tesoro lo indispone, impedendo la vendita. Stesso discorso per le sedie nei negozi di scarpe, o taccuini su cui provare le penne in cartoleria. Fate attenzione ai dettagli!

Seguire questi piccoli consigli vi aiuterà ad avere un negozio organizzato e ben arredato, in cui non vi resterà altro da fare che disporre la merce ed attendere il cliente.