Scegliere l’arredamento di una casa non è semplice, ma non lo è neanche scegliere il colore giusto per le pareti dei vari ambienti. Un colore che sia in linea con lo stile che avete in mente o quello già presente nella casa, ma a cui intendete dare nuova freschezza.

C’è stato un periodo in cui spopolava la carta da parati; un altro in cui si tendeva a lasciare le pareti semplicemente bianche, o con un tono molto chiaro; un altro in cui si colorava un’unica parete di un colore forte, a contrasto con il resto dell’ambiente. Tralasciando la carta da parati, qual è lo stile giusto per noi?

Nel caso in cui dobbiate arredare l’ambiente da cima a fondo il vostro lavoro è molto più semplice. Basta tener conto dell’illuminazione naturale dell’ambiente, scegliere un colore e poi comprare dei mobili che vi si addicano.

Nel caso in cui i mobili siano già presenti, la scelta di una nuova tonalità è molto più ardua. Dovete scegliere qualcosa che sia in linea con l’arredamento, per evitare di creare un ambiente opprimente. Una tinta che si armonizzi con la personalità che avete deciso di dare alla vostra casa.

     Iniziamo dalle zone comuni, ad esempio sala da pranzo e soggiorno. Per prima cosa fate attenzione all’illuminazione: chi sfrutta appieno la luce solare, o ha un ottimo impianto di illuminazione, può osare anche con dei colori più intensi, ma senza esagerare. Per tutti gli altri è consigliabile magari dedicare una parete, o due a contrasto, al colore più intenso e lasciare neutre le altre.

I colori chiari e freschi sono adatti a questi ambienti, ad esempio il rosa cipria, magari abbinato con il tortora per un effetto elegante e senza tempo. Chi ha già mobili con uno stile rustico dovrebbe preferire i toni dell’arancio.

     

Per la cucina, il cuore pulsante della casa, vi sono molti colori pensati appositamente. Tonalità calde, che rendono l’ambiente accogliente per chi ha un’idea della cucina come ambiente di ritrovo che deve trasmettere calore; tonalità più fredde come blu o viola per i contesti più moderni, con il rischio però di sembrare troppo asettiche. Chi possiede elettrodomestici molto colorati può optare per una tinta più tenue, in modo da creare un bel contrasto di colori.

Se la vostra cucina è molto piccola preferite colori chiari, che illumineranno e faranno sembrare l’ambiente molto più ampio.

  

Fate attenzione alla camera da letto. Meglio non osare troppo con i toni scuri perché potrebbero turbare il relax e disturbare il riposo notturno. Molto più indicate sono le tinte pastello, sui toni del verde, del celeste o del viola che hanno un potere distensivo sul nostro subconscio.

  

Molto più colore potrete dedicare invece alla cameretta dei bambini, dove colori accesi e decorazioni divertenti sono più che benvenuti.

   

Per il bagno preferite i colori che richiamano l’acqua, come il blu, l’azzurro o anche il grigio. Un mosaico inoltre rendere l’ambiente più creativo e energico. Il bagno è anche la stanza che più si presta ad osare e sperimentare con colori forti, da alternare in diverse tonalità sempre per evitare un ambiente troppo caotico e soffocante.

Non lasciatevi trasportare dalle mode, correrete il rischio di usare colori di cui vi stancherete presto. Mixateli sempre con nuance più tenui, in modo quindi da poter rimediare all’errore con facilità e, nel caso in cui tinteggiare non vi sia possibile, seguite i nostri consigli su stencil e decorazioni da parete.