Mobili di cartone: ecodesign d’avanguardia

Di recente il design si è spinto oltre la creazione di oggetti esteticamente belli, arrivando alla creazione di oggetti che pur mantenendo una forma originale e innovativa sono realizzati in materiali di riciclo, per essere creativi sì, ma green.

È possibile quindi trovare elementi di arredamento per la casa realizzati in materiali che sembravano giunti alla fine del loro ciclo di vita, ma che invece acquistano una seconda esistenza nuova e inaspettata. Parliamo in questo caso dei mobili di cartone.

Pensare a dei mobili realizzati con questo tipo di materiale suscita in noi emozioni contrastanti, richiamando alla memoria i giochi che facevamo da bambini utilizzando delle scatole vuote, non certo qualcosa che acquisteremmo per le nostre case da adulti. Si tratta invece di oggetti di raffinato designarredi personalizzabili che vanno dalle librerie, alle sedie, dalle lampade ai pouf, che possono essere smontati dopo l’uso e riposti nelle loro scatole occupando pochissimo spazio.

Chi sceglie mobili in cartone sta scegliendo di fare qualcosa per l’ambiente, mantenendo però un senso del “bello” che rende accogliente la nostra casa. Questo perché, benché le aziende più green si riforniscano del legno per i loro mobili in foreste create ad hoc per questo scopo, si tratta pur sempre di alberi abbattuti.

I mobili di cartone invece sono realizzati con un materiale fatto per l’80% di fibre riciclate e che quindi sono quasi completamente riciclabili. Di preferenza si sceglie del cartone ondulato, più resistente e trattato con prodotti particolari che lo rendono anche ignifugo. Oltretutto prima di essere immessi sul mercato, i mobili così realizzati vengono testati e sottoposti ad una serie di prove che ne verificano la resistenza. Sono quindi solidi e stabili, essendo composti da più strati sovrapposti, in modo quindi da durare nel tempo. Ma non solo, il trattamento della loro superficie esterna li rende anche antistatici, sfruttando le proprietà del cartone.

Mettendo da parte per un momento la loro componente ecologica, si tratta anche di piccole opere d’arte originali di cui non troverete altri esemplari poiché ognuno ha le proprie asperità e nessuno è l’esatta riproduzione dell’altro.

Le aziende che si occupano di questo tipo di mobili sono in aumento, segno che quindi l’eco design non è quindi solo una tendenza o una moda passeggera ma sta diventando una vera e propria esigenza di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *