[vc_row full_width=”” parallax=”” parallax_image=”” parallax_enable=”” parallax_ratio=”0.8″ parallax_opacity=””][vc_column width=”1/2″ reveal_effect=”none”][vc_column_text]

Salone del Mobile 2016, design green!

Ha preso ufficialmente il via uno degli eventi più attesi di questa primavera che attira migliaia di persone da tutto il mondo.

Non c’è dubbio che il Salone del Mobile 2016 sia una delle manifestazioni più eclettiche e ricche di novità del nostro Paese per quanto riguarda i settori dell’arredamento e del design. Non solo oggetti, ma progetti, idee, materiali, filosofie di vita, nuovi modi dell’abitare gli spazi, nuove tendenze e tecnologie produttive trovano ampio spazio in questa vetrina ricca di eventi e, naturalmente, di attenzione al design eco-sostenibile. La presenza di elementi d’arredo dall’animo verde non rappresenta, però, un mero esercizio di “greenwashing”, ma è il risultato di un’esigenza sentita dai consumatori e dalle aziende.

Anche LivingScapes la ricerca attuata dal laboratorio Salone del Mobile.Milano Trend Lab sui principali trend del mondo del design e dell’abitare ha confermato il sentire diffuso riguardo al bisogno di vivere basic, con oggetti minimal ma funzionali e con tecnologie a basso consumo in grado di incidere notevolmente sul benessere delle persone e dell’ambiente.

Semplificazione, quindi, ma senza rinunciare alla qualità. Qualità nata non solo dall’utilità pratica degli oggetti, ma anche dalla scelta dei materiali, dal processo produttivo e dall’equilibrio di tutti questi fattori con l’ecosistema sociale e ambientale.

Pensiamo a Christian Fischbacher, eccellenza del mondo del tessile, che ha ridato vita alle bottiglie in PET trasformandole in filato per tessuti, o a Boffi che ha rivestito una cucina con legno fossile derivato da tronchi recuperati dai fiumi (ma che in generale utilizza per le sue creazioni solo legno ricavato da alberi ri-forestabili). O ancora alla sedia di Kartell, realizzata interamente con materiale di origine vegetale, quindi decisamente amica dell’ambiente anche una volta giunta alla fine del suo ciclo vitale.

Inoltre, al Fuori Salone, a sottolineare questo connessione tra design, benessere e creatività, c’è anche la mostra Disinquinamente organizzata da GreendesignEtico presso la sede dell’Associazione Plana in Piazzale Cadorna. Il concetto di fondo è: “il bello che fa bene alla mente” incarnato in tutti quei prodotti innovativi per la qualità, l’efficacia e la creatività, come il letto Zerobody di Starpool dotato di una tecnologia innovativa che permette di prendersi una pausa di relax nel pieno della frenesia della città.

Insomma, grande attenzione all’espressione estetica, ma soprattutto una sensibilità, ormai divenuta imprescindibile, verso la progettazione sostenibile degli oggetti di uso quotidiano.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″ reveal_effect=”none”][vc_single_image image=”2178″ alignment=”center” border_color=”grey” img_link_large=”” img_link_target=”_self” img_size=”large”][vc_single_image image=”2179″ alignment=”center” border_color=”grey” img_link_large=”” img_link_target=”_self” img_size=”large”][/vc_column][/vc_row]